Riccardo Moncalvo (1915-2008)
 

Born in Turin in 1915 he started  to take pictures in 1928 following his father's footsteps: Carlo Emilio Moncalvo has been the owner of the photography studio "Fotografia Artistica e Industriale" (Artistic and Industrial Photography) since 1925.

Since 1930  Riccardo he has been a partner of the Subalpina Photography Society . Between the two World Wars some of his pictures were  published on the "Luci ed Ombre" (Lights and Shadows) annual reports,  which were one of the reference points of the most advanced photography research in Italy. In his pictures Moncalvo shows a new vision, whose expression is romantic but aims at the essential geometry of the signs. He is one of the first photographers in Italy to do professional color printings in a photography environment. His cooperation with the architect Carlo Mollino has been one of long duration.  He successfully took part in various competitions all over the world:   He had his place  in the FIAF classification from 1956 till 1968 and he got the EFIAP award in 1957. In 1988 FIAF nominated him Master of Italian Photography. There are many books published on his career  and many of them are monographs. 

 

Nasce a Torino nel 1915. Inizia  fotografare nel 1928, seguendo le orme del padre Carlo Emilio titolare dal 1925 dell’atelier di Fotografia Artistica e Industriale. Fin dal 1930 è socio della “Società Fotografica Subalpina”. Negli anni tra le due guerre, sue fotografie vengono pubblicate sugli annuari Luci ed Ombre, punto di riferimento della più avanzata ricerca fotografica in Italia: Moncalvo evidenzia nelle sue immagini un occhio “nuovo” che, pur legato ad un’espressione romantica, tende alla geometria essenziale del segno. E’ tra i primi a realizzare in Italia stampe fotografiche a colori professionali. Storica la sua collaborazione con l‘architetto Carlo Mollino. Partecipa con successo a concorsi di tutto il mondo: in statistica FIAF dal 1956 al 1968, gli viene concessa l’onorificenza di EFIAP nel 1957. Nel 1988 è nominato dalla FIAF Maestro della Fotografia Italiana. Numerosi i volumi su di lui pubblicati tra cui diversi monografici: 

 

R. MONCALVO. E. INVERNIZZI, Fotoquaderno. Torino, 1946

La fotografia di Riccardo Moncalvo (introduzione di Angelo Dragone, testi di Luigi Firpo, Michele Ghigo, Alfonso Dellavedova). Tipografia Torinese Editrice, Torino, 1976

A. AUDISIO (a cura di), Presenze. L'avanguardia temperata di Riccardo Moncalvo. Museo Nazionale della Montagna – Regione Piemonte, Torino, 1997

I. ZANNIER (a cura di), "Figure senza volto". GAM, Torino, 2001

D. RETEUNA (a cura di), Oltre il bianco e nero (1980-2001). La contemporaneità in 50 fotografie a colori di Riccardo Moncalvo. Circolo degli Artisti di Torino, Torino 2002

R. MAGGIO SERRA (a cura di), Torino anni '30 e '40. Testimonianze di Riccardo Moncalvo. Fondazione Italiana per la Fotografia,  Torino, 2002 

“Se queste pietre hanno salvato un senso”, in “Giorgio Calcagno e i segni del suo inchiostro”. Almese, 2008

G. GARIMOLDI (a cura di), Riccardo Moncalvo. Piemonte 1930-1970. Priuli e Verlucca/La Stampa, Ivrea 2010

 

L’Archivio Riccardo Moncalvo conserva la totalità dei negativi relativi all’attività artistica del fotografo e la maggior parte di quelli relativi al reportage professionale e industriale. L’utilizzo e la riproduzione delle relative immagini sono perciò tutelati dalle vigenti disposizioni di legge sul diritto d’autore. 

E’ inoltre presente una consistente serie di stampe originali eseguite dall’autore nonché un settore bibliografico e documentale. L’archivio è consultabile su appuntamento. 

 

Coordinamento ricerche e catalogazione: Enrico Moncalvo e Paolo Giusti, traduzioni: Annamaria Villani, powered by cristinaamoruso.com